Support Our Marines!

HIC SUNT LEONES

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Autore Topic: Hukari - un interessante attrezzo finlandese  (Letto 6037 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2977
  • Andrea
Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« il: 09 Aprile 2017, 22:31:51 »

Il produttore definisce questo attrezzo "sort of ”crossbreed” of an axe and a big knife - which results to the light but tough and handy billhook for chopping and cutting wood".

http://www.taiter.fi/hukariknife.html

Questa definizione è piuttosto calzante perché l'Hukari si è dimostrato, all'esito della prova, come un attrezzo versatile e polivalente.

Il nome HUKARI deriva dal nome della corta spada dei cavalleggeri finlandesi, che durante la Guerra dei Trentanni combatterono sotto le insegne di Gustavo II° Adolfo, Re di Svezia, e che ancora oggi equipaggia la marina militare svedese. Da quel che si legge nella brochure (in tedesco) contenuta nella confezione, sembra che la spada (hukari) spezzata in combattimento veniva spesso convertita in coltello, da cui sarebbe derivato il Leuku, uno dei coltelli tradizionali finlandesi.



L''Hukari è prodotto dalla TAITER OY sia in versione inox che in acciaio carbonioso, entrambe corredate da un fodero in plastica.
Per la prova ho utilizzato un Hukari in acciaio carbonioso.
Il produttore sul sito non indica l'acciaio impiegato, ma secondo il data-sheet che fornito a Carmine dovrebbe trattarsi del 50CrV4, mentre per la versione inox dovrebbe essere in 420.

Qualche misura:
l'Hukari è lungo (OAL) 35 cm
la lama, spessa 5mm, è lunga 22,8 cm e alta 5 cm, ricoperta da un sottile strato di vernice nera
il manico è in plastica iniettata, come il fodero, è ha un foro sul pomolo per il lacciolo
il coltello, senza fodero, pesa 460 gr., col fodero arriva a 512 gr.
il bilanciamento è a circa 5 cm dalla guardia
la bisellatura, leggermente concava, inizia a 2 cm dal dorso
è presente un microbisello a "V", non particolarmente affilato, ma perfettamente funzionale all'uso a cui è destinato il coltello.

Prima di questa prova, avevo già utilizzato il mio Hukari su legna verde, per questo nelle immagine si vedono delle abrasioni sui piatti della lama.
Poiché volevo testare sia la resilienza che la tenuta del filo, prima di iniziare la prova ho portato il filo "a rasoio": sono state necessarie solamente alcune passate sullo stick ceramico e sullo strop per far saltare i peli!

Ho iniziato con un palo di carpino nero lungo un paio di metri, stagionato quasi tre anni








ho quindi proseguito con un ceppo di cerro, stagionato






e per finire alla grande, ulivo semi verde!



et voilà!


Il filo "mordeva" ancora bene, quindi mi sono messo a fare un secchio di trucioli e i noiosissimi riccioli per i feather stick, con pezzi di cerro e rami di nocciolo stagionati



Alla fine l'Hukari tagliava ancora perfettamente la carta e, anche se con qualche difficoltà, radeva i peli!




[FINE DELLA PRIMA PARTE]
Connesso


si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

Marco

  • Moderatore globale
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 2373
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #1 il: 09 Aprile 2017, 22:43:07 »

 :sign012:
Connesso
Il perdono libera l'anima, cancella la paura.

Improvvisare, adattarsi, raggiungere lo scopo.

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2977
  • Andrea
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #2 il: 09 Aprile 2017, 23:14:57 »


[SECONDA PARTE]

Dopo la prova ho lavato la lama per verificare lo stato del filo.
Nessun danno. Nessuno schiacciamento del filo o sbeccature.
Ho ripristinato il filo a rasoio esclusivamente con lo stick ceramico e lo strop
Unico danno, la perdita di ampie parti della copertura, che è risultata poco tenace (sembra semplice vernice spray)



Finisco, prima di passare alle conclusione, con alcune fotografie del fodero che, per quanto "spartano", svolge egregiamente la sua funzione. Ha un buco passante nella parte terminale per far defluire l'acqua e una serie di aperture sui lati per evitare la formazione di umidità all'interno. Trattiene perfettamente la lama per frizione ed è dotato di un passante.




accanto al Terävä Skrama di Varusteleka


CONCLUSIONI

PRO:
L'Hukari si è dimostrato un attrezzo versatile e ben realizzato.
Certamente non è un campione di bellezza, ma sicuramente lo è sotto il profilo del rapporto qualità/prezzo.
Per €39,00 credo che sia difficile trovare qualcosa di meglio (la versione inox costa invece € 59,00)
Ha tagliato e splittato senza riportare alcun danno al filo legname stagionato di macchia: il carpino, il cerro e l'ulivo non sono certo come la betulla nordica. Inoltre è risultato facile da riaffilare. Tutto ciò depone per un buon trattamento termico.
Sarei curioso di conoscere i dati della tempra.
Il bilanciamento l'ho trovato ottimale. Anche dopo un uso intenso non ho avvertito alcun affaticamento del polso.
Il manico è comodo e garantisce un ottimo grip anche con le mani bagnate.

CONTRO:
La lama tende leggermente a incastrare, come del resto fa anche lo Skrama, a causa della geometria dei biselli.
La vernice di copertura è poco tenace e tende a usurarsi velocemente.
Il "becco" sul pomolo del manico tende a comprimere il polso nella presa rovesciata


Conclusivamente, non posso che consigliarlo a chiunque voglia un attrezzo da usare e abusare senza remore, da tenere nello zaino come coltello da campo, o per il giardinaggio.

Siccome insieme a me lo hanno comprato in GdA altri quattro utenti, attendo di leggere le loro impressioni per confrontarle con le mie.




Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

Giolli Joker

  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2381
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #3 il: 10 Aprile 2017, 07:21:22 »

Bell'attrezzo e bella recensione! :okke:

Ora non perdere il momento d'inerzia e parti con le accette... ""//)=

Lunatic

  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 840
  • L'urlo - Edvard Munch
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #4 il: 10 Aprile 2017, 08:27:52 »

Prova interessantissimo e ben fatta.
Complimenti
A "mio parere" l'estetica del  Terävä Skrama vince sull'Hukari, ma ha livello
di funzionalità lascio la parola agli utilizzatori.
 :clap: :clap: :clap:

Connesso
There's someone in my head but it's not me.

carthago69

  • UTENTE CONFERMATO
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1240
  • Salute & Serenità, anche se da conquistare...
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #5 il: 10 Aprile 2017, 08:28:28 »

bravo Andriu.....

bella recensione....
anch'io incuriosito, attendo...

bell'acquisto allora.... :okke: :okke: :okke:



 ^^(())
Connesso

improvvisare adattarsi e raggiungere lo scopo...
percorro il sentiero "VITA" e finché sarò con LORO, sarà bello comunque...
Estote Parati!!

Goemon

  • Amministratore
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 11288
  • Stefano
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #6 il: 10 Aprile 2017, 09:11:49 »

È  brutto.   Palese. Lo skrama a confro sembra Charlize Theron contro Anna Magnani.

Però è pragmatico. Semplice, robusto, efficace.

Le lavorazioni sono pessime. Ho dovuto spianare le "creste" sull impugnatura dovute alla pressa sulla plastica.

Ha una lavorazione dei biselli particolare, ad onde. Probabilmente aiuterà a farlo incastrare meno.

Se c'è da lavorare è un buon attrezzo. Per tenerlo in collezione, no. 
Connesso
Studi scientifici hanno dimostrato che l' essere troppo intelligenti allontana le altre persone. Lo sapevo che non poteva essere solo perchè sono stronzo.

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2977
  • Andrea
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #7 il: 10 Aprile 2017, 09:29:05 »



A parte il fatto che Anna Magnani aveva un grande fascino, su tutto il resto concordo e si vede chiaramente nelle fotografie il livello delle finiture.

Anche il manico del mio Hukari aveva un paio di "bave" di fusione, che comunque si eliminano facilmente con una lametta o con un accendino.
La plastica del manico, inoltre, tollera anche un'eventuale carteggiata superficiale.
Il grip in ogni caso è eccellente, anche con le mani umide.
Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2977
  • Andrea
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #8 il: 10 Aprile 2017, 09:30:52 »



Se c'è da lavorare è un buon attrezzo. Per tenerlo in collezione, no.

Oddio, accanto a certi sgorbi che ti ostini a tenere nella tua collezione, l'Hukari farebbe un figurone  */*::
Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

Goemon

  • Amministratore
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 11288
  • Stefano
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #9 il: 10 Aprile 2017, 09:38:52 »

Intanto, a te piace LC, quindi sui gusti sorvoliamo. Comunque anche sto hukari ha un certo fascino, quello dell' attrezzo efficace. 😀
« Ultima modifica: 10 Aprile 2017, 09:40:59 da Goemon »
Connesso
Studi scientifici hanno dimostrato che l' essere troppo intelligenti allontana le altre persone. Lo sapevo che non poteva essere solo perchè sono stronzo.

Lunatic

  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 840
  • L'urlo - Edvard Munch
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #10 il: 10 Aprile 2017, 09:40:07 »

A parte il fatto che Anna Magnani aveva un grande fascino...

 :okke:
Connesso
There's someone in my head but it's not me.

Cowboy

  • Moderatore globale
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 6536
  • A me...me pare na strunzata!!
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #11 il: 10 Aprile 2017, 10:07:28 »

1 - Esteticamente non si può guardare. Molto più bello lo skrama. Considerato che funzionano tutte e due alla grande, dovendo scegliere, mi orienterei di sicuro sul secondo.

2 - Bella recensione, complimenti sinceri.

3 - Avete rotto un pochino le balle con sti gda segreti fatti per cazzi vostri. Al prossimo faccio partire una reale mozione di ban definitivo nei confromti delle merdacce.

4 - Purtroppo vi voglio bene, andate affanculo.  :-*
Connesso

_______________________________________________________________

NON SI BATTE IL CLASSICO!!!

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2977
  • Andrea
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #12 il: 10 Aprile 2017, 10:39:32 »



3 - Avete rotto un pochino le balle con sti gda segreti fatti per cazzi vostri. Al prossimo faccio partire una reale mozione di ban definitivo nei confromti delle merdacce.


Grazie, Paolo.
A discolpa degli altri 4 partecipanti al GdA, mi assumo ogni responsabilità  8)
La cosa è iniziata più di un anno fa.
Avevo trovato per caso il sito del produttore dell'Hukari e volevo provarlo.
Il problema erano le spese di spedizione, troppo alte per comprarne un solo.
Quindi ho coinvolto Fra Titanio e gli altri congiurati. Tutto qua.  ()^/
Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

nerochenero

  • PeriPatetico
  • Amministratore
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 5147
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #13 il: 10 Aprile 2017, 11:28:53 »


3 - Avete rotto un pochino le balle con sti gda segreti fatti per cazzi vostri. Al prossimo faccio partire una reale mozione di ban definitivo nei confromti delle merdacce.

4 - Purtroppo vi voglio bene, andate affanculo.  :-*

Quotone con tutto il mio affetto che però non significhi che ora non postate più le cose prese...
Connesso
Ammazza, Jago, io te credevo tanto bono, tanto onesto… Un pezzo di pane… e invece quanto sei cattivo… Com’è?

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2977
  • Andrea
Re:Hukari - un interessante attrezzo finlandese
« Risposta #14 il: 10 Aprile 2017, 12:27:59 »



Ecco i datasheet degli acciai (carbonioso e inox) utilizzati per l'Hukari




Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)