Support Our Marines!

HIC SUNT LEONES

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Autore Topic: Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...  (Letto 2002 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Puukko

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 1233
  • Collezionista di Troiate in Latta Pigiata
Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« il: 09 Ottobre 2017, 14:29:18 »

Salve a tutti,
Domenica scorsa sono stato a dare una mano ad un amico a fare il carico di legna per l'inverno nei boschi del tratto di Appennini in oggetto, e con la scusa mi sono portato dietro un paio di coltelli per fare delle prove.
I partecipanti:


Grandi:
- COLD STEEL G.I. TANTO
- KR LEGION MODIFIED

Medi:
- GIUSEPPE LOVAGLIO NESSMUK
- FALLKNIVEN F1
- ESEE RAT 3

Piccoli:
- ESEE IZULA
- KA BAR ESKABAR

Chiudibili:
- BUCK RANGER 112
- ONTARIO RAT 1

Ovviamente erano talmente tanti che non siamo riusciti in nessun modo ad usarli tutti. Abbiamo usato solo quelli in rosso, gli altri magari un'altra volta.
Durante il nostro giro, abbiamo avuto modo di esplorare un po' il parco, fermarci per accendere un fuoco in una zona attrezzata e mangiare, e tornare indietro con un pochino di legna.
A voi qualche foto:





























Ma veniamo ora al dettaglio delle prove, con quelle che sono le mie impressioni in base all'uso.

COLD STEEL G.I. TANTO
Preso come coltellone da usare senza remore, è stato usato senza remore. Chopping (non efficacissimo, ma con un po' di fatica il suo lavoro lo fa), Batoning (anche qua non eccelle ma non si è mai piantato nella legna. Richiede uno o due colpi in più di altri ma fa anche questo), uso come attrezzo da scavo (c'era vento ed ho dovuto accendere il fuoco in una buchetta con canale comunicante, anche qua nessun danno nè problema a parte lo sporco), lancio contro gli alberi (lanciato un'infinità di volte, solo alcune in maniera corretta, tutti gli urti, le cadute le botte ecc. non lo hanno scalfito). Alla fine della giornata era solo un po' sporco di terra e la copertura nera si è leggermente schiarita sui fianchi della lama a causa del batoning.
Sono 30€ spesi bene, un buon back up da tenere nello zaino o nel quad che veramente non ti fa pensare di doverti risparmiare nei maltrattamenti.
Taglia ancora bene.
Voto 8.

KR LEGION MODIFIED
Il Legion Modified è un po' il fratello minore del Legion normale che tutti conoscete. Significativamente alleggerito nel peso e ridotto nelle dimensioni, ci guadagna però in manegevolezza e comodità di uso, oltre che di porto. Devastante nel chopping (mangia letteralmente la legna, anche se il minor peso si paga in termini di dolore ed affaticamento) e preciso come un cuneo nel batoning ha subìto durante il trattamento un microchipping sul filo che ho rimesso a posto una volta a casa con poche passate sulla pietra Arkansas. Non vedevo l'ora di usarlo da quando lo avevo preso e devo ammettere che non mi ha deluso per niente.
Prima della pietra tagliava ancora bene.
Voto 9, anche se mi rendo conto che non è il definitivo coltellone per lavorare la legna, sono disposto ad affaticarmi un po' di più per avere un attrezzo che potrebbe fare anche tutto il resto dei lavori da campo e mettere paura con le sue linee ad eventuali sentinelle di passaggio.

BUCK RANGER 112 e ONTARIO RAT 1
Usati solo per la preparazione del cibo e per il pasto, erano i chiudibili portati in cintura per qualsiasi evenienza. Belli e taglienti, con il loro acciaio "inox" non hanno dato nessun tipo di problema. Alla bisogna sarebbero stati sicuramente efficaci come coltelli per ogni evenienza.
S.V.

GIUSEPPE LOVAGLIO NESSMUK
Questo coltello è la prova che se lo sai trattare il 1095 spacca il culo ai passeri.
L'ho usato per tutto il resto del lavoro ed anche di più, ho provato a farci chopping, ma le sue dimensioni ridotte lo sfavoriscono mentre nel batoning (pur sempre con i limiti delle sue dimensioni) è un mostro. Una vera scure. Sullo stesso pezzo di legno del KR è andato anche meglio. Tre mazzate (e giuro che ho menato con tutta la forza) ed il legno era diviso a metà. Subito dopo i classici pezzetti per il fuoco e se l'è cavata benissimo anche per la creazione dei feather stick, certi bei riccioli fini che quasi sembrava scandi. Dulcis in fundo ho usato il firesteel per accendere il fuoco e qui ho riscontrato il primo "problema": il dorso della lama è ingentilito e quindi non fa praticamente scintille. Ho dovuto usare il tagliente, con buoni risultati ma con rischio di perdere affilatura. Fa un discreto numero di scintille. Non male.
Insomma, questo piccolo basterd (come lo chiamerebbe il suo creatore) è stato la vera sorpresa del giorno. L'ho violentato in tutti i modi ed ha risposto egregiamente. E' il vero vincitore della giornata e sono felice di averlo provato così perchè ora so che posso portarmi anche solo lui e stare tranquillo che al la pagnotta la portiamo a casa.
Voto: 9+

Qui sotto vi metto un paio di foto del vincitore a riposo dopo le fatiche:






Connesso


Rinnegato dal clan CSUH dal Sensei Covino, ora seguo solo la via del CSFW

carthago69

  • UTENTE CONFERMATO
  • ****
  • Online Online
  • Post: 1236
  • Salute & Serenità, anche se da conquistare...
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #1 il: 09 Ottobre 2017, 15:06:13 »

 :clap:
grazie


 ^^(())
Connesso

improvvisare adattarsi e raggiungere lo scopo...
percorro il sentiero "VITA" e finché sarò con LORO, sarà bello comunque...
Estote Parati!!

Mysa

  • NUOVO UTENTE
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 6
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #2 il: 09 Ottobre 2017, 19:10:42 »

Grazie anche da parte mia, ottima rsposizione/recensione, molto aderente alla realta..... ho una curiosità, posseggo anch' io un Legion " standard" (da poco tempo), che ritengo una lama solida e ben costruita, e che uso con soddisfazione, quando intendi modified, che tipo di modifiche hai apportato al coltello?
Connesso

Lunatic

  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 836
  • L'urlo - Edvard Munch
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #3 il: 09 Ottobre 2017, 19:18:01 »

Salve a tutti,
Domenica scorsa sono stato a dare una mano ad un amico a fare il carico di legna per l'inverno nei boschi del tratto di Appennini in oggetto, e con la scusa mi sono portato dietro un paio di coltelli per fare delle prove.

Bravissimo  :clap: :clap: :clap:
Connesso
There's someone in my head but it's not me.

Puukko

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 1233
  • Collezionista di Troiate in Latta Pigiata
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #4 il: 09 Ottobre 2017, 19:51:07 »

Grazie anche da parte mia, ottima rsposizione/recensione, molto aderente alla realta..... ho una curiosità, posseggo anch' io un Legion " standard" (da poco tempo), che ritengo una lama solida e ben costruita, e che uso con soddisfazione, quando intendi modified, che tipo di modifiche hai apportato al coltello?

Ciao e grazie per aver letto queste poche righe :D

Il coltello non è stato modificato da me, era un progetto della KR stessa che realizzò alcuni pezzi "allegeriti". Almeno così mi è stato più o meno detto da chi lo aveva prima di me.

La lama è più sottile ed ha guadagnato un finger choil, il manico è stato reso più ergonomico, è stato asportato del materiale.

E' il primo in alto:





« Ultima modifica: 09 Ottobre 2017, 19:52:28 da Puukko »
Connesso
Rinnegato dal clan CSUH dal Sensei Covino, ora seguo solo la via del CSFW

Zoro

  • UTENTE CONFERMATO
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1847
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #5 il: 09 Ottobre 2017, 20:16:03 »

Bravo bella recensione!!!  :clap: Mi piace molto il nessmuck di Lovaglio, bravo anche per l'uso che ne hai fatto, nasce proprio per quei compiti :okke: Il cold steel per quello che costa, sicuramente è divertente da usare e lanciare.... però lasciami fare un appunto ""//)= Per coltellone si intende dai 9 pollici in su, che è precisamente quello che ti manca e che avrei visto molto bene in una situazione del genere. Anche qualcosa di molto sfruttabile per sfrondare, come lo skrama, o un kershaw camp 10, o un ontario sp o un ka-bar bk9, chopper più puri. Con uno di questi, il nessmuck di lovaglio e un buon inox chiudibile per il cibo ecc. saresti inarrestabile :okke:
Connesso
Chi non ha visto il calar della notte non giuri d'inoltrarsi nelle tenebre. (Elrond)
Poiché i consigli sono doni pericolosi, anche se scambiati fra saggi, e tutte le strade possono finire in un precipizio. (Gildor)

Trekker

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 914
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #6 il: 10 Ottobre 2017, 11:11:04 »

Grazie per la bella recensone e le belle foto.

Quel Legion modificato non mi piace per niente oltre a ritenerlo non idoneo per lavori pesanti sulla legna.

Nello stesso week end ho adoperato efficacemente il mio Legion, un "normale" SC del 2° run, per batoning: senza di quello avremmo fatto fatica ad far partire il fuoco, nel bivacco c'erano solo ciocchi grossi...
Connesso

Puukko

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 1233
  • Collezionista di Troiate in Latta Pigiata
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #7 il: 10 Ottobre 2017, 12:09:11 »

Bravissimo  :clap: :clap: :clap:

Grazie! E tu sei bellissimo!  :-*


Bravo bella recensione!!!  :clap: Mi piace molto il nessmuck di Lovaglio, bravo anche per l'uso che ne hai fatto, nasce proprio per quei compiti :okke: Il cold steel per quello che costa, sicuramente è divertente da usare e lanciare.... però lasciami fare un appunto ""//)= Per coltellone si intende dai 9 pollici in su, che è precisamente quello che ti manca e che avrei visto molto bene in una situazione del genere. Anche qualcosa di molto sfruttabile per sfrondare, come lo skrama, o un kershaw camp 10, o un ontario sp o un ka-bar bk9, chopper più puri. Con uno di questi, il nessmuck di lovaglio e un buon inox chiudibile per il cibo ecc. saresti inarrestabile :okke:

Grazie Zoro! Vista la qualità delle tue recensioni, questo complimento me lo tengo stretto! Grazie ancora.
Capisco il tuo appunto, ma tu devi anche capire me: non ero ancora pronto. Certo, dopo domenica e dopo le tue parole in merito, la curiosità mi viene, magari di provarne uno, per vedere effettivamente se con il mio kit da Ranger dei Boschi (Nessmuk e 112) chiude il cerchio. Dammi pure altri nomi papabili di chopperoni puri, se vuoi.


Grazie per la bella recensone e le belle foto.

Quel Legion modificato non mi piace per niente oltre a ritenerlo non idoneo per lavori pesanti sulla legna.

Nello stesso week end ho adoperato efficacemente il mio Legion, un "normale" SC del 2° run, per batoning: senza di quello avremmo fatto fatica ad far partire il fuoco, nel bivacco c'erano solo ciocchi grossi...

Grazie a te per averla letta :D

Guarda, a parte il discorso dei gusti, effettivamente hai abbastanza ragione: non è il migliore per i lavori pesanti sulla legna.
E' un coltello da campo sovradimensionato. Per dire sarebbe intercambiabile col Nessmuk se lo volessi leggermente più lungo e magari non portassi anche il chopper. Fa abbastanza tutto, non eccelle in nulla, ovviamente, ma non è un difetto.
Volevo provarlo e vedere però. Ora che ho una pietra di paragone, come dicevo qua sopra a Zoro, posso pensare di prendere un chopper puro (magari sempre nello zaino) e portare il Nessmuk che è meno ingombrante e più "amichevole" agli occhi dei possibili incontri.
Connesso
Rinnegato dal clan CSUH dal Sensei Covino, ora seguo solo la via del CSFW

JackTheLad

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 536
  • Edit(t)atore Compulsivo
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #8 il: 10 Ottobre 2017, 19:10:31 »

Complimenti puukko! Bella recensione e apprezzo molto anche le foto (alcune sono davvero molto belle, anche la definizione è buona, hai usato il telefono o una macchina?). Per il discorso choppper Zoro secondo me ti ha già dato degli ottimi consigli (coltelli molto buoni funzionalmente e cosa da non sottovalutare facilmente reperibili e pure abbastanza economici! Tra questi ci metterei pure qualche modello della condor, anche se per la mera funzionalità io forse propenderei per lo skrama). Se vuoi invece assecondare la vena da "fissati" che ci accomuna un po' tutti invece, io terrei in considerazione anche l'Ontario rtak (Thomas ne ha uno ad esempio) o se li trovi qualche sykco o swamp rat.
Connesso
Per citare Drieu: Questo è il mio parere, apodittico, fornito senza prove, ma con arroganza e saccenza, in perfetta adesione allo spirito di questo forum  ""//)=

Puukko

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 1233
  • Collezionista di Troiate in Latta Pigiata
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #9 il: 10 Ottobre 2017, 19:21:45 »

Grazie Jack, lo apprezzo molto. Le foto sono state tutte fatte con iPhone 7 modalità HDR, solo una, la seconda, ha un filtro per alterare un po' i colori. Le altre sono tutte così come era la luce in quel momento.

Grazie per i consigli, tenterò allora di buttarmi sul BK9 che è quello che mi piace di più tra i vari citati.
Connesso
Rinnegato dal clan CSUH dal Sensei Covino, ora seguo solo la via del CSFW

JackTheLad

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 536
  • Edit(t)atore Compulsivo
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #10 il: 10 Ottobre 2017, 19:33:08 »

Grazie Jack, lo apprezzo molto. Le foto sono state tutte fatte con iPhone 7 modalità HDR, solo una, la seconda, ha un filtro per alterare un po' i colori. Le altre sono tutte così come era la luce in quel momento.

Grazie per i consigli, tenterò allora di buttarmi sul BK9 che è quello che mi piace di più tra i vari citati.

Mi sembra un ottima scelta  :okke: so che per il 7 ad esempio sarebbe meglio propendere per la 2a versione se si vuole choppare/batonare (si riconosce per il logo al laser, o comunque NON inciso/in bassorilievo, semplicemente perché hanno aumentato un po' lo spessore al filo rendendolo così un po' più robusto, non so se vale anche per il 9 ma forse varrebbe la pena informarsi un attimo nel caso tu consideri di prenderlo usato. Se vai sul nuovo non si pone invece il problema. Parlo della versione prodotta dalla ka bar ovviamente.)
Connesso
Per citare Drieu: Questo è il mio parere, apodittico, fornito senza prove, ma con arroganza e saccenza, in perfetta adesione allo spirito di questo forum  ""//)=

Zoro

  • UTENTE CONFERMATO
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1847
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #11 il: 10 Ottobre 2017, 20:02:54 »



Bravo bella recensione!!!  :clap: Mi piace molto il nessmuck di Lovaglio, bravo anche per l'uso che ne hai fatto, nasce proprio per quei compiti :okke: Il cold steel per quello che costa, sicuramente è divertente da usare e lanciare.... però lasciami fare un appunto ""//)= Per coltellone si intende dai 9 pollici in su, che è precisamente quello che ti manca e che avrei visto molto bene in una situazione del genere. Anche qualcosa di molto sfruttabile per sfrondare, come lo skrama, o un kershaw camp 10, o un ontario sp o un ka-bar bk9, chopper più puri. Con uno di questi, il nessmuck di lovaglio e un buon inox chiudibile per il cibo ecc. saresti inarrestabile :okke:

Grazie Zoro! Vista la qualità delle tue recensioni, questo complimento me lo tengo stretto! Grazie ancora.
Capisco il tuo appunto, ma tu devi anche capire me: non ero ancora pronto. Certo, dopo domenica e dopo le tue parole in merito, la curiosità mi viene, magari di provarne uno, per vedere effettivamente se con il mio kit da Ranger dei Boschi (Nessmuk e 112) chiude il cerchio. Dammi pure altri nomi papabili di chopperoni puri, se vuoi.

Prego, figurati. Visto che chiedi mi permetto di fare una carrellata di quei modelli che considero un buon acquisto. Come ha detto anche jack ho citato qualche modello che sia molto funzionale ed a un prezzo conveniente. Fidati avrei tanto voluto iniziare con uno skrama o un kershaw camp 10, invece delle cagate comprate anni fa  ""//)= Il ka-bar bk9 è molto funzionale e divertente da usare, il manico può essere scivoloso o fastidioso se hai la mano grande. Gli ontario della serie sp hanno un buon acciaio, sono robustissimi e non molto costosi. Tutti gli altri ontario invece li eviterei, ricordo benissimo come le prime serie del rat7 e dell'rtak avessero tempre difettose, su internet è pieno di foto e video a riguardo. Recentemente hanno cambiato acciaio, ma sono meno prestanti di altri modelli più economici.

Salendo di prezzo vedo molto bene il nuovo Tops Yacare (ancora in sconto al momento), che ho già ordinato  ""//)= e il tops tahoma, molto molto versatile, comodo ed efficace. L'anaconda 9 per chi vuole un look più spinto, ma sempre con ottime prestazioni, magari sarebbe da ritoccare il manico. Tutti con i vantaggi della tempra differenziata, che gli da grande robustezza, elasticità e prestazioni. Lo yacare è finalmente un coltello da 10 pollici, leggero (500 gr)  ma usabile sia come chopper che come macete. Ibrido che hanno provato in molti a realizzare, penso ad esempio all'esee junglas e al viper carnera, che però falliscono come chopper, per svariati motivi, bisello, acciaio, tempra.... per riuscire bene invece come maceti, adatti al massimo al taglio di rami di piccole dimensioni. Danno ottimi risultati nel loro range di utilizzo, ma non sono chopper, vanno usati nel loro ambiente.

Salendo ancora di prezzo i nuovi bark river in cpm3v e affilatura convessa sono davvero qualcosa di spettacolare da usare. Le finiture dei bark non sono perfette per quello che costano, hanno qualche sbavatura qua e là, perchè sono fatti tutti a mano, ma si passa sopra a questo, sono ottimi coltelli. I survive che usciranno nei prossimi anni: 8, 10 (nuova linea) e 12, si attestano anche questi al top del mercato attuale, come mteriali, qualità, prestazioni ecc. peccato solo per il prezzo e la difficoltà nel reperirli. Altre scelte interessanti, potendoli trovare, sono i vecchi busse, sar, basic ecc. così come i vecchi scrap yard e swamp rat. Altra marca interessante, ormai ritirata e fuori produzione, è la ferhman, grande trattamento termico e finiture in generale, oltre ad acciai come il cpm3v con micarta, kydex, ecc.

Personalmente non mi fiderei molto dei condor, non posso fornire esperienze in prima persona su questi, ma da quanto letto e visto in giro, non sono affidabili come tempra e finiture, i prezzi inoltre sono saliti. Io mi butterei su altro per la stessa cifra.

Un ultimo consiglio se posso, non superare gli 800 grammi, anzi se rimani sotto i 700 non è male, e sono già tanti, anche se dipende molto dal bilanciamento. Ed evita le lame con la punta rivolta eccessivamente verso l'alto e il manico non inclinato correttamente.... è come choppare con un kukri al contrario, sono incontrollabili, scomodi, poco versatili e stancanti. Errori del genere si trovano su alcuni competition, su coltelli come il tops el chete (in parte), su parang fatti male, su vari coltelli "survival" italiani ecc. ecc.  Serve sempre la giusta forma, equilibrata, materiali buoni, manico comodo, bisello, bilanciamento e affilatura adatti, sembra semplice.... ma è molto facile sbagliare da qualche parte, la combinazione ottimale non è così diffusa come sembrerebbe. Considerando sempre che al primo posto vanno la robustezza e il trattamento termico, perchè almeno anche se hai una merda, hai una merda che non si rompe e che ti lascia a piedi quando ti serve, anche un pessimo coltello è comunque in grado di tagliare qualcosa e di farti divertire, purchè la lama non si separi bruscamente dal manico  ""//)=
Connesso
Chi non ha visto il calar della notte non giuri d'inoltrarsi nelle tenebre. (Elrond)
Poiché i consigli sono doni pericolosi, anche se scambiati fra saggi, e tutte le strade possono finire in un precipizio. (Gildor)

Zoro

  • UTENTE CONFERMATO
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1847
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #12 il: 10 Ottobre 2017, 20:05:26 »

Grazie Jack, lo apprezzo molto. Le foto sono state tutte fatte con iPhone 7 modalità HDR, solo una, la seconda, ha un filtro per alterare un po' i colori. Le altre sono tutte così come era la luce in quel momento.

Grazie per i consigli, tenterò allora di buttarmi sul BK9 che è quello che mi piace di più tra i vari citati.

Mi sembra un ottima scelta  :okke: so che per il 7 ad esempio sarebbe meglio propendere per la 2a versione se si vuole choppare/batonare (si riconosce per il logo al laser, o comunque NON inciso/in bassorilievo, semplicemente perché hanno aumentato un po' lo spessore al filo rendendolo così un po' più robusto, non so se vale anche per il 9 ma forse varrebbe la pena informarsi un attimo nel caso tu consideri di prenderlo usato. Se vai sul nuovo non si pone invece il problema. Parlo della versione prodotta dalla ka bar ovviamente.)

Si vale anche per il 9. Ho avuto due bk9, prima e seconda versione aggiornata, c'era un topic da qualche parte al riguardo, qua sulla sezione recensioni, aperto da me, c'erano anche le foto delle due versioni a confronto, con i vari dettagli, se non sbaglio :okke:
Connesso
Chi non ha visto il calar della notte non giuri d'inoltrarsi nelle tenebre. (Elrond)
Poiché i consigli sono doni pericolosi, anche se scambiati fra saggi, e tutte le strade possono finire in un precipizio. (Gildor)

JackTheLad

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 536
  • Edit(t)atore Compulsivo
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #13 il: 11 Ottobre 2017, 00:11:21 »

Lo rtak che gli ho consigliato è il II,l'ho omesso dandolo per scontato perché la prima versione non l'ho mai vista sinceramente, sai se anche questo soffre degli stessi problemi?
Connesso
Per citare Drieu: Questo è il mio parere, apodittico, fornito senza prove, ma con arroganza e saccenza, in perfetta adesione allo spirito di questo forum  ""//)=

Zoro

  • UTENTE CONFERMATO
  • ****
  • Offline Offline
  • Post: 1847
Re:Giretto sui Monti Simbruini e qualche prova...
« Risposta #14 il: 11 Ottobre 2017, 00:59:12 »

Lo rtak che gli ho consigliato è il II,l'ho omesso dandolo per scontato perché la prima versione non l'ho mai vista sinceramente, sai se anche questo soffre degli stessi problemi?

Credo ci fosse un rtak I ma non è in produzione da anni ed era diverso come linea, l'rtak II esiste in 2 versioni. La prima versione si riconosce semplicemente dall'acciaio e dal bilanciamento che sono stati modificati rispetto alla versione attuale. Il nuovo rtak II è in 5160 temprato molto basso. Non si spezzerà più come la vecchia versione, https://www.youtube.com/watch?v=N7dYJbR7SFo (metto un video, ma ce ne sono diversi) che aveva seri problemi di chipping e di resistenza alle forze, ma di sicuro c'è il rischio che si pieghi su un legno secco, per questo coltelli come il junglas e questo (sono fratelli stretti) sono più adatti ad essere usati come macete e meno come chopper o coltelli da campo. Ma la colpa non è dell'esee o dell'ontario, è nostra che usiamo lo strumento per scopi a cui non è adatto. Basta guardare il nome, junglas, non c'è discussione, è un dato di fatto. Sono stati progettati per quell'uso lì, sono full flat, o sabrè alto, sottili al filo, temprati morbidi in acciaio al carbonio.. non possono essere dei chopper adatti alla legna secca di buone dimensioni che si può trovare nei nostri boschi. Viceversa se parliamo di piccoli rami, magari roba piccola, o roba verde, oppure di vegetazione sono un'ottima scelta.
Connesso
Chi non ha visto il calar della notte non giuri d'inoltrarsi nelle tenebre. (Elrond)
Poiché i consigli sono doni pericolosi, anche se scambiati fra saggi, e tutte le strade possono finire in un precipizio. (Gildor)