HIC SUNT LEONES

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

Software del forum aggiornato il 31-08-2020

Autore Topic: La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)  (Letto 7034 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

oti

  • NUOVO UTENTE
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 22
La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« il: 03 Maggio 2019, 15:10:06 »

Dunque, la migliore cassoeula che abbia mai mangiato la cucinava mia nonna, classe 1897, scesa dal tram all'età di 97, età che io non raggiungerò mai nenche mangiando un decimo di come mangiava unto lei. Dopo qualche anno di astinenza, mi sono messo alla ricerca della ricetta perduta, perchè per mia nonna cucinare la cassoeula era una cosa talmente banale da non riuscire a descriverla.

Mi sono messo d'impegno in un'operazione alla Jurassic Pork, inizialmente i risultati non sono stati molto appaganti, tanto per capirci, la prima "covata" non l'ha voluta nemmeno il cane, poi a furia di errori e correzioni sono arrivato a qualcosa di, credo, simile a quella della mamma di mio papà. Dico credo perchè passando gli anni, i ricordi si falsano, tanto per esempio, sono sicuro che la coppa del nonno, il gelato fantastico di quando ero bambino, probabilmente non avrebbe nulla a che vedere con quello che compro oggi al supermercato. Dopo tutto questo inutile preambolo, ci tenevo a raccontare la storia della ricetta, tra parentesi, se leggi cinquanta ricette di casseoula sui libri, non ne trovi due uguali, eccovi la ricetta.

Cassoeula del sandro - per 10 persone
Costine di Maiale 2.400g (180 ÷ 250g/porzione)
Verza (scura) 3.400g
Cotenna di Maiale 800g (mi piace abbondare)
Cotechini Verzini 1.000g (circa 100g l'uno)
Pomodori Pelati 250g
Vino bianco 150g (va bene anche rosso)
Cipolla media una
Sedano, Carota, Prezzemolo (abbondanti) Qb
Olio Evo, Sale, Pepe Qb
Acqua a coprire (c'è chi copre col vino e chi aromatizza con un cucchiaio di grappa)

Dopo aver tolto l'eventuale grasso in eccesso, far dorare le costine, da tutti i lati, in un soffritto di olio e cipolla.
Sfumare col vino, poi coprire la carne con acqua calda, salare, pepare e cuocere incoperchiato.
Per le 10 porzioni occorre una pentola con almeno 30/32 cm di diametro.
A parte, bollire per circa mezz'ora le cotenne tagliate a quadrotti di 5 o 6 cm, schiumandole man mano. scolarle e metterle assieme alle costine. Unire anche verzini, carota, sedano e prezzemolo. Quando la carne delle costine è morbida alla forchetta, si è ritirata dall'osso, e l'acqua si è ridotta circa di 2/3 rispetto all'inizio, levare le costine che non si sfacciano e metterle da parte, le rimetteremo alla fine.

Nel frattempo sfogliare le verze, mondare ogni foglia dalle parti rovinate, levare la costa centrale e romperle in due o più parti. Ora occorre sbollentarle per alcuni minuti fino ad ammorbidirle.
io le divido in 2 gruppi separando le chiare dalle scure più coriacee e, da circa vent’anni, utilizzo un mio sistema che consiste nel mettere separatamente i due gruppi di foglie nel Microonde alla massima potenza, le scure per 12' 15' (minuti) e le chiare per 8'  10', ottenendo un ottimo risultato. Nei tempi andati, la verza era quella invernale, gelata nell'orto, poi sbollentata affinché ammorbidisse, oggi ci si accontenta della sola sbollentatura (ma avendo un congelatore grande.........)

Appena cotenne e verzini si saranno insaporiti e il sugo ulteriormente ristretto, aggiungere i pelati, aggiustare sale e pepe e unire la verza scottata, mescolando cautamente per non frantumarla. Cuocere 50'÷60', in caso la pentola non fosse proprio enorme, inserire la la verza un po' alla volta, man mano che perde volume. Una quindicina di minuti prima che la Verza abbia finito di cuocere, riunire le costine.

Tempi di Cottura (consigliati, in totale) per ingrediente :
Costine 60÷90'
Cotenne (sgrassatura 30'+) 30÷50'
Verzini 20÷30'
Verza (Sbollentatura +) 50÷60'.
La Cazzuola viene spesso accompagnata con della polenta, ma a me piace già così com'è, e certamente ognuno la mangerà come preferisce. È ottima, riscaldata l'indomani. Buon Appetito!
Pietanza multiNome: Cassoeula (kaˈsøla)
Casoeula, Cassouela, Casoela, Cassuola…...........Cazzuola...............Bottaggio.........…

Ma con qualsiasi nome la chiamiate, sarà comunque buona. ciao, sandro

Connesso
Per catturare il coniglio fai il verso della carota. (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 3042
  • Andrea
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #1 il: 03 Maggio 2019, 16:05:48 »



arrivato a "cotechini verzini" mi sono perso...non so cosa siano  ???
Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

oti

  • NUOVO UTENTE
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 22
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #2 il: 03 Maggio 2019, 16:17:06 »

Ciao, i verzini sono dei semplici cotechini (specifici compagni della verza), tipo quelli che oggi spesso chiamano salamelle, ma sono un po' più piccoli.
Possono essere sostituiti da salsiccia tagliata a pezzetti (quella lunga venduta a "metraggio", e che ha nomi diversi secondo la regione). ciao, sandro
Connesso
Per catturare il coniglio fai il verso della carota. (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 3042
  • Andrea
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #3 il: 03 Maggio 2019, 16:21:39 »

Ciao, i verzini sono dei semplici cotechini (specifici compagni della verza), tipo quelli che oggi spesso chiamano salamelle, ma sono un po' più piccoli.
Possono essere sostituiti da salsiccia tagliata a pezzetti (quella lunga venduta a "metraggio", e che ha nomi diversi secondo la regione). ciao, sandro

ah, ok
ho capito

certo che quelle della tua ricetta sono porzioni da orco!
cmq, se verrai al prossimo raduno, avrai a tua disposizione una cucina semi-professionale e una decina di aiuto-cuochi  ;)
Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

oti

  • NUOVO UTENTE
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 22
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #4 il: 03 Maggio 2019, 16:31:40 »

Calcola che spesso si fa il bis, l'ultima volta che l'ho cucinata, uno dei cognati si è fermato dopo un decoroso ter (ma solo per decenza)
Connesso
Per catturare il coniglio fai il verso della carota. (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)

Capitanomec

  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2133
  • 3 in 1 power
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #5 il: 03 Maggio 2019, 16:34:59 »

Di solito si abbina una polenta gialla...
Connesso

oti

  • NUOVO UTENTE
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 22
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #6 il: 03 Maggio 2019, 16:49:24 »

Vero ma solo in parte, nella mia zona si mangia quasi sempre senza, andando verso Lecco o verso la Brianza la polenta è di rigore, tanto che una trattoria che abbia terminato la polenta, nemmeno te la propone la cassoeula (mi è capitato).

Ps. per completare la risposta a drieu devo aggiungere che è uno di quei piatti che deve essere cucinato a dosi abbondanti, altrimenti non viene buono
Connesso
Per catturare il coniglio fai il verso della carota. (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 3042
  • Andrea
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #7 il: 03 Maggio 2019, 16:51:40 »

Di solito si abbina una polenta gialla...


glielo dici tu o glielo dico io che la "cassoeula" è nata a Lodi, dove era conosciuta fin dai tempi di Attilio Regolo come "pila gurda lodigianensis"?   :ninja:
Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

Capitanomec

  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 2133
  • 3 in 1 power
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #8 il: 03 Maggio 2019, 17:42:45 »

Di solito si abbina una polenta gialla...


glielo dici tu o glielo dico io che la "cassoeula" è nata a Lodi, dove era conosciuta fin dai tempi di Attilio Regolo come "pila gurda lodigianensis"?   :ninja:

 ""//)= ""//)= ""//)= ""//)= ""//)= ""//)=
Connesso

boandjimmy

  • Una porzione da Uomo
  • Moderatore globale
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 8676
  • Giuseppe - RKS #5940
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #9 il: 06 Maggio 2019, 13:59:12 »

Di solito si abbina una polenta gialla...


glielo dici tu o glielo dico io che la "cassoeula" è nata a Lodi, dove era conosciuta fin dai tempi di Attilio Regolo come "pila gurda lodigianensis"?   :ninja:

 ""//)=

A Sandro stà cosa va spiegata altrimenti equivoca
Connesso


Have a Knife Day
De'nis Mura # 3, Di Paco#2, Kiko #8, Terzuola #105

Bru Fen

  • Incompetente magnifico
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 1603
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #10 il: 06 Maggio 2019, 15:36:48 »

Di solito si abbina una polenta gialla...


glielo dici tu o glielo dico io che la "cassoeula" è nata a Lodi, dove era conosciuta fin dai tempi di Attilio Regolo come "pila gurda lodigianensis"?   :ninja:

 ""//)=

A Sandro stà cosa va spiegata altrimenti equivoca
imparare deve  :yoda:
Connesso
festina lente... (cfr. I. Calvino "Lezioni americane")

Impiagato (nello spirito) della P.A.

oti

  • NUOVO UTENTE
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 22
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #11 il: 06 Maggio 2019, 15:53:20 »

A Sandro stà cosa va spiegata altrimenti equivoca
Equivocare no, ma dato che nemmeno mister Google ha saputo chiarirmi la cosa, l'ho messa in tasca in attesa della luce,

imparare dovrò.
Connesso
Per catturare il coniglio fai il verso della carota. (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)

Bacce

  • ***
  • Offline Offline
  • Post: 147
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #12 il: 06 Maggio 2019, 16:55:56 »

In questo forum vige il Lodicentrismo  :biglaugh:
Connesso

drieu

  • sgresenda
  • UTENTE ANZIANO
  • *****
  • Offline Offline
  • Post: 3042
  • Andrea
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #13 il: 06 Maggio 2019, 17:31:28 »

A Sandro stà cosa va spiegata altrimenti equivoca
Equivocare no, ma dato che nemmeno mister Google ha saputo chiarirmi la cosa, l'ho messa in tasca in attesa della luce,

imparare dovrò.


un forumita (detto anche 3 x 1) è di Lodi
a detta sua, Lodi ha il primato di ogni invenzione e scoperta, a partire dal Parmigiano (nato come "Granone di Lodi" e quindi ceduto a Parma affinché lo elevasse a suo emblema accanto alle insegne di Maria Luigia), passando per la penicillina (nota già nel XVI sec. come "Remedium Lodigense" o "elisir del mal francese", il telefono (nato come "corno a filo lodigiano"),  il motore a scoppio (ceduto da Lodi a Benz), ecc. ecc. ecc.
Connesso
si hic sunt leones, ubi oves?

"scolta, toso..." (Falier)

"Essere attuali è, in fondo, una disfatta spirituale" (Emil Cioran)

"Io sono Anarca non perché disprezzi l'autorità, ma perché ne ho bisogno. Così, non sono nemmeno un miscredente, bensì uno che esige cose degne di fede" (Ernst Jünger)

oti

  • NUOVO UTENTE
  • *
  • Offline Offline
  • Post: 22
Re:La Cassoeula del sandro (piatto lombardo)
« Risposta #14 il: 06 Maggio 2019, 18:16:13 »

Capito ora ho. grazie, sandro
Connesso
Per catturare il coniglio fai il verso della carota. (bidello Chicco, una cinquantina d'anni fa)